Diventa autore, collabora con noi
Disabili

Macomer: i tre decenni della cooperativa sociale Progetto H Trent’anni non sono lunghi da passare

Trent’anni anni fa a Macomer un gruppo di amici decideva di scommettere e investire il proprio impegno e il proprio tempo dedicandolo alla tutela delle persone disabili: 30 anni dopo, questa scommessa è diventata una delle più grandi realtà cooperative e imprenditoriali del Marghine e della Sardegna. Parliamo della Cooperativa Progetto H che il 31 Maggio scorso ha festeggiato il compleanno regalando una giornata di festa a tutti.

 

Compiere 30 anni, per una Cooperativa Sociale, in questi anni di crisi economica e dei servizi, è sicuramente sinonimo di volontà, di grande capacità all’adattamento, come la stessa presidente Luisa Irranca afferma, utilizzando la metafora della mongolfiera, simbolo di questo evento:  “Ci sono tanti modi per raccontare una storia, e per questo evento abbiamo scelto il simbolo di una mongolfiera. Come si dirige una mongolfiera? Cercando il vento giusto, consapevoli che un cambiamento di traiettoria è possibile solo cambiando quota. Non è facile sapere quale zavorra buttar via, e a quale quota salire, ma è fondamentale scegliere con coraggio tra i diversi strati di vento, che soffiano tutti in direzioni diverse”.

 

Il racconto di un viaggio di 30 anni è reso possibile dal numero di persone con cui la Cooperativa ha percorso questo tratto di strada, e che ad oggi la rendono così solida e stabile. Progetto H ha infatti uno staff di 120 persone, tra soci e dipendenti, numero non da poco in un contesto che sceglie credere fortemente nell’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate. Fin dal 1983 Progetto H ha fatto delle scelte sostanziali, come sostenere le politiche volte al benessere di tutti i cittadini, collaborare alla costruzione di un patto sociale per promuovere la crescita del singolo e della collettività, diffondere attraverso azioni specifiche la cultura dell’inclusione sociale e lavorativa, attivare progetti per l’integrazione sociale dei cittadini, con particolare riguardo all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

 

Sono diversi i settori dell’inserimento lavorativo: ristorazione e catering, attraverso la gestione di 21 mense scolastiche in tutta la Sardegna e la preparazione e consegna di pasti a domicilio per anziani, degenti di ospedali e comunità protette; il campo del sociale, con l’erogazione di servizi alla persona e sostenendo le famiglie in difficoltà, facendosi carico della persona con disabilità e attivando percorsi di sviluppo delle capacità residue; il laboratorio di socializzazione lavorativa e il centro diurno per portatori di handicap; ABITARE – LAVORANDO, nelle strutture di Bosa e Bonorva; la lavorazione per conto terzi nella sede di Macomer, dove si svolgono attività di confezionamento, stoccaggio, cernita e imballaggio per conto di aziende esterne e in cui l’85% dei lavoratori impiegati è costituito da lavoratori appartenenti a categorie svantaggiate; il turismo sociale, che ha le sue attività nella colonia per minori di Bosa Marina e nella Casa per Ferie di Bonorva: diversi in questo settore i progetti per aggregazione giovanile, attività didattiche e corsi di formazione sui temi ambientali, i corsi di formazione per animatori e i laboratori di orienteering, l’organizzazione di eventi culturali, seminari e convegni e di itinerari e viaggi di turismo culturale, enogastronomico, storico-artistico e archeologico, etnografico e artigianale; lo storico laboratorio di pelletteria e il servizio di pulizie e trasporto.

 

Una complessa realtà radicata nel territorio, nonostante le difficoltà iniziali e odierne. Forse per questo la Presidente sceglie poche immediate parole per aprire il convegno: “Si parla di spirito pioneristico pensando che i pionieri sono quelli che sviluppano idee nuove. Non è così. Le idee nuove sono facili da avere. I pionieri sono quelli che hanno il coraggio di buttare fuori bordo molta zavorra. Abitudini. Certezze. Convinzioni. Dogmi. Paradigmi. Lo spirito pioneristico ci permette di esplorare tutti i modi di comportarsi, di pensare, per trovare quello che va nella direzione desiderata”.

 

Nella festa di compleanno, il racconto più significativo della storia della Cooperativa è lasciato al documentario Sos Ispigadores, del regista Fausto Girasole, a contatto con la realtà della Cooperativa in alcuni giorni dello scorso anno: un momento ricco di racconti, emozioni, risate e commozione insieme. Il titolo nasce dall’intuizione di uno dei ragazzi, Raffaele; la stessa Luisa Irranca commenta: “Un proverbio che coglie un aspetto fondamentale e rappresenta l’identità di una cooperativa di inserimento lavorativo come la nostra: “Chie non messat ispigat”, chi non miete spigola, chi non è capace di fare una cosa sarà capace di farne un’altra, diversa forse, ma sarà valorizzato per ciò che è in grado di fare. Chi non sarà in grado di mietere potrà spigolare. E allora tanti auguri a tutti, ai mietitori, agli spigolatori e a chi semina ogni giorno per creare le condizioni perché tutto questo possa avvenire”.

 

Antonella Simula

Pubblicato in No profit

I commenti sono chiusi.

a:46:{s:10:"id_product";s:3:"856";s:11:"id_supplier";s:1:"0";s:15:"id_manufacturer";s:2:"60";s:19:"id_category_default";s:1:"7";s:15:"id_shop_default";s:1:"1";s:18:"id_tax_rules_group";s:1:"5";s:7:"on_sale";s:1:"0";s:11:"online_only";s:1:"0";s:5:"ean13";s:1:"0";s:3:"upc";s:0:"";s:6:"ecotax";s:8:"0.000000";s:8:"quantity";s:1:"0";s:16:"minimal_quantity";s:1:"1";s:5:"price";s:9:"11.538000";s:15:"wholesale_price";s:8:"0.000000";s:5:"unity";s:0:"";s:16:"unit_price_ratio";s:8:"0.000000";s:24:"additional_shipping_cost";s:4:"0.00";s:9:"reference";s:1:"7";s:18:"supplier_reference";s:0:"";s:8:"location";s:0:"";s:5:"width";s:8:"0.000000";s:6:"height";s:8:"0.000000";s:5:"depth";s:8:"0.000000";s:6:"weight";s:8:"0.190000";s:12:"out_of_stock";s:1:"2";s:17:"quantity_discount";s:1:"0";s:12:"customizable";s:1:"0";s:16:"uploadable_files";s:1:"0";s:11:"text_fields";s:1:"0";s:6:"active";s:1:"1";s:13:"redirect_type";s:3:"404";s:21:"id_product_redirected";s:1:"0";s:19:"available_for_order";s:1:"1";s:14:"available_date";s:10:"0000-00-00";s:9:"condition";s:11:"refurbished";s:10:"show_price";s:1:"1";s:7:"indexed";s:1:"1";s:10:"visibility";s:4:"both";s:13:"cache_is_pack";s:1:"0";s:21:"cache_has_attachments";s:1:"0";s:10:"is_virtual";s:1:"0";s:23:"cache_default_attribute";s:3:"134";s:8:"date_add";s:19:"2013-09-20 16:36:26";s:8:"date_upd";s:19:"2014-06-23 11:18:41";s:25:"advanced_stock_management";s:1:"0";}
s:84:"SELECT meta_title FROM `ps_manufacturer_lang` where id_manufacturer=60 and id_lang=1";

DomusDeJanas

Fillu de su tempus

Sarbadori Mossa

Cronaca

A Ostia bincint is grillinus

Pagu genti est andada a votai po is eletzionis de Ostia pustis totu is abetias de is cidas ... leggi tutto

Archeologia

“L’Età del Rosso”: tre giornate di studio

Impegno, passione ed emozione hanno caratterizzato anche l’edizione ... leggi tutto

Mùsica

Andria Nonne: “Devia fàghere custu dovere”

Andria Nonne, fonnesu de 36 annus, prima de su cantu a tenore at connotu ... leggi tutto

Ervas

Il luppolo: non solo birra

Nome sardo: Lúpulu. Il luppolo è conosciuto soprattutto per il suo impiego aromatizzante ... leggi tutto

In bidda

Bonarcado

“Bonarcadu, imponente costruidu ti ana in mesu ’e costa a bella vista” (Frantziscu ... leggi tutto

No Profit

Macomer: i tre decenni della cooperativa sociale Progetto H

Trent’anni anni fa a Macomer un gruppo di amici decideva ... leggi tutto

Ventanas

Màriu Brugnera

Unu de is giogadoris prus bravus chi at tentu su Casteddu dde candu s’agatat est Màriu Brugnera. ... leggi tutto

Subra su palcu

Manu e limba: cantan in Carbónia Mura e Màsala

1. Mura (1’16”) Su comitadu sa nóbbile ‘idea at tentu in ... leggi tutto

Cinema

Fiorenzo Serra

Fiorenzo Serra è stato e rimane  tutt'oggi il più grande regista etnografico della Sardegna. Il suo ... leggi tutto

Tradizioni

Guglielmu Piras at bìnchidu su Premiu ‘Pilia’

Guglielmu Piras, su poeta de Sìnnia connóschidu pro sa bellesa de ... leggi tutto

Multimedia

In giru peri su mundu cun Nanni Margiani

Aparitzu cumpridu cun sa Leze Regionale n. 26/1997 subra sa limba e sa cultura ... leggi tutto

Tempus

Focus

Colonialismu internu: sa trampa a sos Sardos

S’istòricu Wolfgang Reinhard definit su colonialismu comente unu poderiu ... leggi tutto

Letteratura

Guglielmu Piras at bìnchidu su Premiu ‘Pilia’

Guglielmu Piras, su poeta de Sìnnia connóschidu pro sa bellesa de ... leggi tutto

Multimedia

Sos contos de Ninu Sorigheddu

Aparitzu cumpridu cun sa Leze Regionale n. 26/1997 subra sa limba e sa cultura ... leggi tutto